Informazioni personali

La mia foto
Sono ancora vivo.... e questo mi basta.

venerdì 6 gennaio 2012

Space Invaders


Il primo videogioco che ricordo di aver visto in circolazione è quello che allora veniva chiamato "tennis",  fece la sua comparsa alla stazione di porta Susa (Torino) intorno al 1972/73, c'era una manopola che tu giravi e con la quale spostavi un "trattino" nel solo senso verticale cercando di colpire una "pallina" e rimandarla dall' altra parte dove il tuo rivale doveva fare altrettanto. Incuriositi ci abbiamo giocato qualche partita, era un po' noioso.... e poi la pallina andava sempre più veloce ed alla fine diventava impossibile stargli dietro.... questo ti faceva incazzare non poco. Non mi pare che questa "macchinetta" riscuotesse un grande successo.... era quasi sempre li, sola soletta, ad aspettare che qualcuno ci mettesse dentro le cento lire. Dopo qualche anno fece capolino un nuovo giochino conosciuto come il "muro", questa volta con la solita manopoletta muovevi il trattino in senso orizzontale per mandare la "pallina" a sbattere contro un muro, ogni volta che la pallina toccava il muro distruggeva un mattoncino, se riuscivi ad abbatere completamente il muro.... passavi al livello successivo, un altro muro ma questa volta era più vicino. Queste macchinette cominciarono a fare capolino nei bar e nella variegata tipologia umana inizia a prendere vita una nuova evoluzione della specie: l' esperto di video giochi! Il primo esemplare di questa nuova razza è quello che ha capito che, facendo una breccia laterale nel muro, si poteva far passare la pallina al di sopra del muro stesso, in questo modo la pallina rimbalzava come impazzita nello stretto spazio distruggendo il muro da sopra senza più ricadere.

Ma la vera rivoluzione arrivo alla fine degli anni settanta (credo nel 1979) e si chiamava "Space Invaders". Una sera al bar di Brusasco, una decina di ragazzini eccitatissimi, per ore intorno a questa nuova incredibile macchinetta, aspettando trepidanti il proprio turno per cercare di dimostrare di essere il più bravo, per la prima volta c'era una "storia" e delle "figure".... un orda di alieni minacciosi formata da quattro file di mostriciattoli marciavano verso la terra, ogni volta che l' orda arrivava a fine schermo scendeva di un gradino, tu eri il difensore della terra ed avevi a disposizione tre "carrarmati" con i quali dovevi difendere il pianeta, potevi muoverti orizzontalmente e sparare cercando di colpire gli alieni, si colpiva i più vicini, cercando di eliminare le file in senso orizzontale.... ma i mostriciattoli andavano sempre più veloci e dopo aver distrutto due o al massimo tre file inesorabilmente atterravano..... dopo ore di combattimento finalmente qualcuno capì che non bisognava distruggere i mostriciattoli orizzontalmente ma verticalmente, in questo modo gli alieni impiegavano più tempo nel loro tragitto orizzontale che li portava a scendere di un gradino e c'era tutto il tempo per eliminarli tutti.
Questa scoperta venne festeggiata quasi come se avessimo scoperto l' America, ed in realtà forse si apriva veramente una nuova era...... ma il successo non fù immediato, nonostante questa strabigliante scoperta ci vollero diversi tentativi prima che uno riuscisse ad uccidere tutti gli alieni, ed in quel momento ci fù un esultanza da stadio.... come quando la tua squadra del cuore segna al novantesimo il gol che gli dà la vittoria. Poi un attimo di silenzio e sguardi interrogativi..... e adesso cosa succede? Eravamo tutti li in attesa di chissa quale evento..... ma la risposta era ovvia.... altre quattro file di alieni, ma più vicine!!!!

Nessun commento:

Posta un commento