Informazioni personali

La mia foto
Sono ancora vivo.... e questo mi basta.

venerdì 15 luglio 2011

Genesis

Per iniziare l' argomento Genesis ecco il mio personale e definitivo (e naturalmente anche discutibile) parere:

Il loro primo disco fa veramente cagare.
Dopo la dipartita di Gabriel li ho completamente cancellati dai miei interessi, Phil Collins mi sta antipatico.
Lasciano alla storia tre LP assolutamente fondamentali: Nursery Crime, Foxtrot, Selling England by the Pound
Un LP notevole: Trespass, sopratutto per The Knife
Un Doppio LP di congedo un po' troppo pretenzioso, un po' troppo manieristico, un po' troppo lungo ma che si può perdonare.
Un Live pregevole ma non eccezzionale.
The Musical Box è il mio brano preferito seguito a ruota da Watcher of The Skies. 


GENESIS 1
Domenica 3 Febbraio 1974, ore 18 - Palasport, Torino

Quelli della mia età ricorderanno l' "Austerity", era quella cosa che impediva alle auto di circolare la domenica, prima delle targhe alterne (una domenica le pari e la successiva le dispari) per quattro o cinque domeniche non poteva circolare nessuna automobile, ebbene i Genesis vennero in Italia proprio una di quelle maledette domeniche. Una sfiga nera!!! Da Cavagnolo abbiamo dovuto prendere il treno fino a Porta Susa e poi il filobus per arrivare al Palasport, e per completare il quadro.... era una merdosa giornata di pioggia. Eravamo io e mio cugino Mario (forse c'era qualcun altro... ma non ricordo... Bruno c'eri anche tu?) per strada incontrammo dei miei amici di Piana San Raffaele e ci unimmo a loro (forse ci eravamo anche dati un appuntamento da qualche parte.... non ricordo, è passato troppo tempo). Arrivati al Palasport c'erano i soliti tafferugli tra la polizia e gli Autonomi, ormai era diventato un classico.... non c'era concerto senza un po' di guerriglia urbana, non ci facevamo neanche caso, era normale.... toh! una macchina 850coupè rovesciata.... passiamo dall' altro lato della strada che lì hanno sparato i lacrimogeni... eravamo troppo ansiosi di assistere al concerto per badare a queste quisquiglie (Mah? si scrive così? Quisquillie? ma chi se ne frega....). Finalmente riusciamo ad entrare.... il palasport era strapieno e riusciamo a conquistarci un posto su su in cima alle gradinate... schiacciati contro le vetrate, per fortuna che sono alto ed avevo comunque una buona visuale. Il Concerto, aperto con la mitica "Watcher of the skies", è qualcosa di meraviglioso. Poi c'è la famosa gaffe di Gabriel che dice "foglia di fica" in vece di fico.... ed un risolino divertito serpeggia per tutto il pubblico..... il finale non può che essere "The Musical Box" ed è l' apoteosi, delirio totale. Non ricordo come siamo tornati a casa.... il concerto finì intorno alle 9 di sera e a quell' ora non c'erano più treni ne pullman per Cavagnolo.... ma in qualche modo siamo tornati.

Qualche tempo dopo girava una storiella su Steve Hackett, chitarrista dei Genesis, pare che entrato in un negozio di strumenti musicali volendo provare una Gibson Les Paul abbia chiesto, traducendo in italiano, una Gibson "Lo Palo", non ho mai capito se era vero o era solo una battuta (neanche troppo intelligente).

GENESIS 2
Lunedì 24 Marzo 1975, ore 21 - Palasport, Torino


Questa volta niente Austerity ed al concerto ci andammo in auto.
Palco enorme, effetti speciali, retro proiezioni, luci fumi e colori..... e ad un certo punto, in mezzo a lampi di strobo, magicamente Gabriel compariva contemporaneamente ai due lati del palco.... stupore!
Ma come faceva? poi pensandoci un attimo era abbastanza semplice..... c'era una controfigura vestita e truccata come lui.....
A parte gli effetti speciali del concerto non ricordo molto, il gruppo proponeva il nuovo disco "The Lamb Lies Down On Broadway" troppo lungo, un po' ripetitivo, poco emozionante....
Non fù una delusione, era sempre un grande concerto, ma all' uscita restava un po' di amaro in bocca, e credo di non essere l' unico ad aver avuto questa sensazione...... e poi, quello che oggi viene chiamato "Prog" e che allora non aveva un nome ben definito, cominciava a rompere i coglioni..... 

Nessun commento:

Posta un commento